Recensione: L’estate dei segreti perduti

Ciaone, eccomi qui con una nuova recensione, del libro “L’estate dei segreti perduti

Ho preso questo libro in biblioteca una settimana fa, poichè aspettavo che mi arrivassero dei libri che avevo prenotato e mi serviva qualcosa da leggere nel mentre.

Se devo essere sincera, ho letto libri molto più belli e che mi hanno lasciato molto di più, però in generale non è stato così male. La fine, in particolare, è stata semplicemente spiazzante, quando si suol dire “un finale a sorpresa”.

Se sei alla ricerca di un libro che ti sconvolga tutte le certezze che ti fai leggendo, beh in questo caso continua con questa recensione…

 

L’estate dei segreti perduti

We were liars

La vita è meravigliosa quel giorno.

Noi quattro Bugiardi, uniti come siamo sempre stati.

Come lo saremo sempre.

Perché ovunque andremo, ci ritroveremo sempre sul tetto di Cuddledown House a guardare il mare

 

Autore: Emily Lockhart

Editore: De Agostini

Genere: Narrativa

Pagine: 315

Prezzo: 14.90€

 

Trama:

Da sempre la famiglia Sinclair si riunisce per le vacanze estive a Beechwood, una piccola isola privata al largo delle coste del Massachussets. I Sinclair sono belli, ricchi, potenti, spensierati. E Cady Sinclair, l’erede dell’isola, del patrimonio e di tutte le speranze, non fa eccezione. Ma l’estate in cui la ragazzina compie quindici anni le cose cambiano. Cady si innamora del ragazzo sbagliato, l’unico che la sua famiglia non potrebbe mai accettare, e ha un incidente. Un incidente di cui crede di sapere tutto, ma di cui in realtà non sa niente. Finché, due anni dopo, torna sull’isola e scopre che nulla è come sembra nella bellissima famiglia Sinclair. E che, a volte, ci sono segreti che sarebbe meglio non rivelare mai.

 

Commento personale:

Devo ammettere che questo libro all’inizio non mi ha presa molto. Famiglie perfette, ricche, potenti dopo un po’ annoiano e ci si chiede che cosa avesse voluto raccontare l’autrice, quale storia lei avesse pensato con lo scopo di intrattenere e appassionare. E, ad un certo punto, questa storia viene fuori. All’inizio non si capisce molto, tutti i componenti della famiglia si comportano in maniera strana molte domande si affollano sia nella testa della protagonista che in quella del lettore. Ma quando, alla fine, tutti i misteri vengono svelati, forse avrei preferito continuare a rimanere all’oscuro di tutto. Ma non dirò nulla sul finale, meglio lasciare un po’ di suspance.

 

E tu cosa ne pensi?

 

Spero di averti consigliato un buon libro,

A presto

Elisa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Questo sito non utilizza cookie di profilazione. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi